9 Mar

Acicatena – Real Avola 0-1: sconfitta immeritata

Pubblicato da -Zeo-

ACICATENA: Vitale; A. Cavallaro, Reitano, Pecorino, Sanfilippo; Napoli, Novello (77° F. Cavallaro), Zappalà, Musumarra (46° Randis); Di Mauro, Ierna. Allenatore: Lucio Tosto

REAL AVOLA: Tarantino; Teriaca, Restuccia, Sangiorgio, Marziano (20′ Ricca); Ulma, Messina (20′ Cilio), Casisa (89′ Montalbano), Saraceno; Intagliata, Guastella. Allenatore: Giovanni De Leo

ARBITRO: Vincenzo Marrazzo di Lecco (Francesco Cappello e Michele Brancato entrambi di Messina)

RETI: 22° rig. Casisa (RA)

NOTE: partita giocata a porte chiuse

Trecastagni (CT) - Un rigore generosamente concesso dall’arbitro Marrazzo di Lecco al Real Avola, e trasformato da Casisa permette agli uomini di Giovanni De Leo di portarsi a quota 51 punti a ridosso della capolista Palazzolo, mentre per l’Acicatena rimane l’amaro in bocca per una domenica grigia (la squadra di Tosto ai punti avrebbe meritato di più di quanto invece malinconicamente porta a casa).
Certo la classifica divideva le due contendenti, separate da tante posizioni, ma in campo la differenza non si è poi notata più di tanto; la squadra di Lucio Tosto addirittura doveva far fronte a diverse defezioni, ed erano tanti gli juniores tra campo e panchina. Il Real Avola si è comportato da grande squadra, ha provato nella prima mezz’ora a portarsi in vantaggio, raggiunto il fine, ha tirato i remi in barca e si è accontentato, senza offendere oltre misura i catenoti. L’Acicatena invece non ha mai abbassato le linee, e ha tentato fino alla fine di rimettere in parità la gara. La situazione in classifica per la squadra di Lucio Tosto adesso non è certo allarmante, ma sicuramente pesa fortemente la squalifica del campo.
Nonostante le avversità, l’allenatore Lucio Tosto ha sempre amministrato la squadra con intelligenza e anche ieri, ha fatto di necessità virtù, schierando un undici sperimentale, che ha però creato numerosi grattacapo alla seconda forza del campionato, il Real Avola. Zappalà e Reitano a sinistra hanno più volte graffiato, e anche nella corsia destra Novello si è reso un paio di volte pericoloso al tiro. Anche a Trecastagni si è rispettato un minuto di commovente silenzio per rendere omaggio all’alpino Massimo Ranzani ucciso in Afghanistan, poi si è giocato.
Ritmi compassati ad inizio gara e per tutta la prima frazione, nessun cambio di passo da parte dei giocatori del Real Avola, complice anche un Acicatena ordinato e logico che ha impedito agli ospiti guizzi di genio e geometrie nella mediana. Al 22′ l’azione che decide l’incontro; il palermitano Guastella entra in area di rigore catenota e viene contrastato da Reitano. L’attaccante del Real Avola cade in area e per il direttore di gara è calcio di rigore tra le proteste vibrate dei giocatori di Lucio Tosto; dal dischetto Casisa realizza il gol partita. L’Acicatena vorrebbe assegnato un penalty al 34′ per un fallo di mani di Ulma in barriera, ma Marrazzo lascia correre.

FONTE: “La Sicilia”

1 Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Se i commenti sono attivi ti basta utilizzare il modulo qui sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.