Archivio per Marzo, 2011

28 Mar

Biancadrano – Acicatena 4-0: sconfitta che non pregiudica la salvezza diretta

Pubblicato da -Zeo-

Tabellino1

BIANCADRANO: Linguaglossa; Fichera (86° Berbiglia), Bruno, Arena, Cristaldi; Scalia, Licciardello, Santanna; Costa (35° Battiato), Garufi, Lasmè (86° Paparo). Allenatore: Orazio Orofino (Pippo Strano squalificato)

ACICATENA: Vitale; Zappalà, Pecorino, Femiano, Sanfilippo; Novello (54° Costanzo), Fornaio, Barbagallo (86° Cascio), Cavallaro (41° Di Mauro); Randis, Reitano. Allenatore: Lucio Tosto

ARBITRO: Marco Petruzzelli di Siracusa (Salvatore Pantò e Vincenzo Donzello entrambi di Siracusa)

RETI: 31°Garufi (B), 37° Lasmè (B), 84° Battiato (B), 93° Garufi (B)

Adrano (CT) - Continua la caccia al secondo posto per l’Adrano (sempre con il fiato sul collo del Real Avola che lo precede di un solo punto), sperando nel traguardo finale di vice-capolista al fine di poter disputare tra le mura amiche le gare playoff. Troppo il divario tecnico in campo tra le due formazioni e giusto successo del Biancadrano.

Fonte: “Gazzetta del Sud”

25 Mar

Biancadrano – Acicatena: manca poco alla salvezza

Pubblicato da -Zeo-

ACICATENA

ULTIMI PUNTI…

ULTIME PARTITE…

NON FERMIAMOCI SUL PIU’ BELLO!

21 Mar

Acicatena – Città di Vittoria 1-1: buon punto conquistato e fine di un incubo

Pubblicato da -Zeo-

Tabellino1

ACICATENA: Vitale; Sanfilippo, Platanìa, Femiano, Cavallaro G.; Novello, Napoli (82° Costanzo), Pecorino; Randis, Ierna (45° Di Mauro), Reitano. Allenatore: Lucio Tosto

VITTORIA: Aglianò; Maniscalco, Vinci, Raciti (72° Dama), Alderuccio; Nobile, Caputa, Ciscardi, Romeo; Truglio, Leone (88° Cordaro). Allenatore: Giovanni Campanella

ARBITRO: Francesco Scibetta di Agrigento (Angelo Pirri e Giuseppe Fazio di Barcellona Pozzo di Gotto)

RETI: 16° Femiano (A), 34° Caputa (CdV)

NOTE: gara giocata a porte chiuse sul neutro di Trecastagni (CT)

Trecastagni (CT) - Finisce in parità l’ultima gara dell’Acicatena lontana dal terreno di gioco amico; la società etnea ha infatti scontato contro il Vittoria la lunga squalifica inflittale lo scorso anno. Un pareggio che, alla luce di quanto visto, sembra essere il risultato più giusto: entrambe le squadre hanno giocato una gara equilibrata ed impostata al contenimento dell’avversaria, particolarmente avara di occasioni da rete.
E così le prime vere conclusioni in porta corrispondono ai gol realizzati nel primo tempo. Passano in vantaggio i padroni di casa, al 16°. Reitano si incarica di battere un corner, sulla traiettoria della sfera si trova Femiano che, posizionato sul primo palo, spizzica di testa all’indietro, ingannando l’estremo difensore ed insaccando in rete. Gli uomini di mister Campanella non ci stanno ed iniziano una leggera pressione sui biancorossi locali nel tentativo di giungere al pareggio. Pareggio che arriva al 34° con Caputa che ben servito in area di rigore trafigge Vitale con un diagonale dalla destra. Il gol del pareggio è anche l’ultima azione di rilievo del primo tempo. Nella ripresa le due squadre, anche a causa del terreno pesante, appaiono stanche e sembrano quasi accontentarsi del pareggio. All’8° la punizione di Femiano finisce di poco fuori; il numero sei locale ci riprova quattro minuti dopo ma la sfera viene respinta a pugni chiusi da Aglianò. Al 40° Dama, sugli sviluppi di un calcio di punizione, prova ancora ma il suo tiro si ferma tra le mani di Vitale. Nel finale gli ospiti esercitano
una maggiore pressione che, al 46’, si concretizza con il tiro di Cordaro, parato in volo dall’estremo difensore locale.
FONTE: Grazia Scuderi

9 Mar

Acicatena – Real Avola 0-1: sconfitta immeritata

Pubblicato da -Zeo-

ACICATENA: Vitale; A. Cavallaro, Reitano, Pecorino, Sanfilippo; Napoli, Novello (77° F. Cavallaro), Zappalà, Musumarra (46° Randis); Di Mauro, Ierna. Allenatore: Lucio Tosto

REAL AVOLA: Tarantino; Teriaca, Restuccia, Sangiorgio, Marziano (20′ Ricca); Ulma, Messina (20′ Cilio), Casisa (89′ Montalbano), Saraceno; Intagliata, Guastella. Allenatore: Giovanni De Leo

ARBITRO: Vincenzo Marrazzo di Lecco (Francesco Cappello e Michele Brancato entrambi di Messina)

RETI: 22° rig. Casisa (RA)

NOTE: partita giocata a porte chiuse

Trecastagni (CT) - Un rigore generosamente concesso dall’arbitro Marrazzo di Lecco al Real Avola, e trasformato da Casisa permette agli uomini di Giovanni De Leo di portarsi a quota 51 punti a ridosso della capolista Palazzolo, mentre per l’Acicatena rimane l’amaro in bocca per una domenica grigia (la squadra di Tosto ai punti avrebbe meritato di più di quanto invece malinconicamente porta a casa).
Certo la classifica divideva le due contendenti, separate da tante posizioni, ma in campo la differenza non si è poi notata più di tanto; la squadra di Lucio Tosto addirittura doveva far fronte a diverse defezioni, ed erano tanti gli juniores tra campo e panchina. Il Real Avola si è comportato da grande squadra, ha provato nella prima mezz’ora a portarsi in vantaggio, raggiunto il fine, ha tirato i remi in barca e si è accontentato, senza offendere oltre misura i catenoti. L’Acicatena invece non ha mai abbassato le linee, e ha tentato fino alla fine di rimettere in parità la gara. La situazione in classifica per la squadra di Lucio Tosto adesso non è certo allarmante, ma sicuramente pesa fortemente la squalifica del campo.
Nonostante le avversità, l’allenatore Lucio Tosto ha sempre amministrato la squadra con intelligenza e anche ieri, ha fatto di necessità virtù, schierando un undici sperimentale, che ha però creato numerosi grattacapo alla seconda forza del campionato, il Real Avola. Zappalà e Reitano a sinistra hanno più volte graffiato, e anche nella corsia destra Novello si è reso un paio di volte pericoloso al tiro. Anche a Trecastagni si è rispettato un minuto di commovente silenzio per rendere omaggio all’alpino Massimo Ranzani ucciso in Afghanistan, poi si è giocato.
Ritmi compassati ad inizio gara e per tutta la prima frazione, nessun cambio di passo da parte dei giocatori del Real Avola, complice anche un Acicatena ordinato e logico che ha impedito agli ospiti guizzi di genio e geometrie nella mediana. Al 22′ l’azione che decide l’incontro; il palermitano Guastella entra in area di rigore catenota e viene contrastato da Reitano. L’attaccante del Real Avola cade in area e per il direttore di gara è calcio di rigore tra le proteste vibrate dei giocatori di Lucio Tosto; dal dischetto Casisa realizza il gol partita. L’Acicatena vorrebbe assegnato un penalty al 34′ per un fallo di mani di Ulma in barriera, ma Marrazzo lascia correre.

FONTE: “La Sicilia”

3 Mar

Noi non dimentichiamo…

Pubblicato da -Zeo-

Domenica 6 marzo 2011, il comune di Aci Catena ha disposto l’ordinanza d’intitolare la caserma di polizia municipale alla memoria di Paolo Giardina, padre di un nostro componente venuto a mancare due anni fa… un piccolo atto per ricordare un grande uomo: CIAO PAOLO

link del comune: http://www.comune.acicatena.ct.it/repository/albo-pretorio/allegati/2011/Docs303/sind.%2011.pdf

uid_11ff0e04abc.580.0

Il nostro pensiero prima della partita col Siracusa (marzo 2009)

uid_1200f099e7b.580.0