Archivio per Febbraio, 2011

28 Feb

Città di Messina – Acicatena 1-0: sconfitta di misura

Pubblicato da -Zeo-

Tabellino1

CITTA’ DI MESSINA: Paterniti; Ruocco, Mondello, Giardina (19′ st Santamaria), Cammaroto; Raimondi, Calcagno (19′ st Miano), Assenzio; Pirrotta (38′ st Pulejo), Camarda, Buda. In panchina: Calabretta, Panarello, Cucè, Cucinotta. Allenatore: Rando

ACICATENA: Vitale; Sanfilippo, Platanìa, Femiano, Zappalà; Napoli, Reale (1′ st Costanzo), Fornaio; Randis (39′ pt Trovato), Di Mauro, Reitano. In panchina: Esposito, Novello, Ierna, Musumarra. Allenatore: Lucio Tosto

ARBITRO: Giuseppe Caruso di Palermo (Francesco Filippo D’Anna e Alessandro Cusumano della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto)

RETI: 81° Pirrotta (CdM)

“Sesto successo consecutivo per la formazione peloritana che al “Celeste” ha superato per 1-0 gli etnei. Contro un avversario determinato e ben messo in campo, a decidere una gara che ha rispettato le previsioni della vigilia è stato l’attaccante, a segno a nove minuti dal 90′. Ospiti in dieci dal 38′ per l’espulsione di Platania”

Città di Messina in campo con dieci undicesimi della formazione titolare schierata nel precedente turno di campionato: unica novità il rientro tra i titolari di Giardina al posto di Santamaria. Gara spigolosa fin dai primi istanti, come conferma l’ammonizione rimediata dal difensore ospite Platania dopo appena 30 secondi. La prima parte dell’incontro offre poche emozioni, il primo tentativo arriva al 13′ e porta la firma di Pirrotta che sfrutta la sponda di Giardina ma calcia di poco a lato. Con il passare dei minuti cresce il Città di Messina che al 19′ costruisce una nuova occasione da gol: sul corner di Camarda, Raimondi anticipa tutti ma di testa non centra il bersaglio. Al 23′ Camarda cerca la porta direttamente su punizione ma la sua rasoiata sfiora il palo alla destra del portiere Vitale e termina sul fondo. L’Acicatena si fa vivo per la prima volta nell’area avversaria al 26′: Fornaio prova a sfondare centralmente ma viene fermato dalla tempestiva uscita di Paterniti. Al 38′ l’Acicatena resta in dieci uomini: Platania, già ammonito, commette un brutto fallo su Pirrotta, rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in inferiorità numerica. L’ultima occasione del primo tempo la creano però proprio gli ospiti: al 45′ velenosa punizione di Femiano con palla che termina alta di poco.

Nella ripresa parte forte il Città di Messina che sfiora il gol dopo appena 15 secondi: Pirrotta innesca Giardina che calcia di destro da buona posizione ma non centra lo specchio. Al 5′ Pirrotta va al cross da destra e pesca dall’altra parte dell’area di rigore Buda che controlla e batte a rete sfiorando la traversa. Appena un minuto più tardi è Assenzio da distanza ravvicinata ad impegnare Vitale, bravo nella circostanza ad opporsi di piede. Più agevole la parata del numero 1 ospite sulla punizione di Camarda al 10′. Al 19′ il tecnico Rando effettua due sostituzioni: dentro Santamaria e Miano, fuori Giardina e Calcagno. E proprio Miano, pochi secondi dopo il suo ingresso, sciupa un’ottima occasione perdendo il tempo per la battuta a rete dopo una buona combinazione con Pirrotta. Il forcing del Città di Messina non si placa e al 22′ Assenzio cerca la porta dal limite ma il suo destro è impreciso. Al 27′ gran tiro di Camarda dalla distanza con il pallone che sfiora l’incrocio dei pali. Alla mezzora Vitale è ancora reattivo sulla gran botta di Assenzio e devia il pallone in corner. Al 32′ Pirrotta va giù a contatto con Zappalà in area di rigore e reclama il penalty, l’arbitro Caruso non interviene. La rete che decide l’incontro arriva al 36′: Assenzio trova il corridoio giusto per innescare Pirrotta che davanti a Vitale mantiene la necessaria freddezza e regala il vantaggio al Città di Messina. Per l’attaccante palermitano si tratta del settimo gol in campionato. Lo stesso Pirrotta al 38′ viene rilevato da Pulejo ed esce tra gli applausi del pubblico del “Celeste”. L’ultimo tentativo dell’incontro porta la firma di Santamaria che al 40′ calcia dal limite dell’area ma non inquadra la porta. Nei minuti finali i padroni di casa si limitano a contenere senza grossi affanni la reazione dell’Acicatena. Dopo 4′ di recupero l’arbitro Caruso fischia la fine della gara: Città di Messina – Acicatena 1-0.

FONTE: Alessandro Calleri (Messina Sportiva – quotidiano telematico)

26 Feb

Città di Messina – Acicatena: trasferta impegnativa

Pubblicato da -Zeo-

ACICATENA

Partita veramente impegnativa quella che attende i biancorossi nello storico scenario del “Celeste” di Messina, dove si affronterà il Città Di Messina, formazione lanciata alla conquista dei play-off. La squadra peloritana da un paio di settimane sta vivendo un momento veramente felice visto che ha conquistato il 4° posto in classifica, che fino ad un mese fa sembrava irrangiungibile, ed ora sta puntando decisamente al secondo posto, in modo da affrontare i play-off nella miglior posizione possibile. L’Acicatena, dal canto suo, arriva a Messina contando su un 7° posto in classifica veramente meritato e con l’entusiasmo della squadra che non ha nulla da perdere, potendosi permettere anche di conquistare un solo punto per raggiungere piano piano la salvezza che ormai dista solo 9 punti matematici.

Non resta quindi che sostenere la squadra in questa trasferta si delicata, ma nemmeno da ultima spiaggia come poteva essere un paio di settimane fa…

DAI CATENA, L’OBIETTIVO E’ DIETRO L’ANGOLO!

19 Feb

Acicatena – Aquila Caltagirone 1-0: vittoria importantissima

Pubblicato da -Zeo-

Tabellino1

RETI: Ierna (A)

18 Feb

Acicatena – Aquila Caltagirone: punti importanti in campo neutro

Pubblicato da -Zeo-

ACICATENA

NON VI E’ PACE IN QUESTA STAGIONE

LE PORTE CHIUSE CI CONDANNANO ANCORA UNA VOLTA!

13 Feb

Giarre – Acicatena 0-0: pareggio giusto ma con rammarico

Pubblicato da -Zeo-

Tabellino1

GIARRE: Plastini; Curcuruto, Patanè, Caggegi, Spataro; Balsamo (85° Gentile), Messina, Torre; Aleo (56° Lo Coco), Gambino, Varrica (77° Barbagallo). A disposizione: Manitta, Bonanno, Ruffino, Pantè. Allenatore: Gaetano Mirto

ACICATENA: Vitale; Pecorino, Platanìa, Femiano, Zappalà; Napoli (69° Sanfilippo), Reale, Fornaio; Randis (67° Brancato), Di Mauro, Reitano (88° Costanzo). A disposizione: Esposito, Ierna, Novello, Cavallaro. Allenatore: Lucio Tosto

ARBITRO: Listì Maman Alì di Palermo (Luigi Runza e Salvatore Pantò entrambi di Siracusa)

Giarre (CT) – Ancora un pareggio per la formazione catenota, che esce imbattuta dal derby col Giarre conquistando un punto utile ad allungare la striscia positiva che dovrà portarci alla salvezza diretta. Partita tutto sommato noiosa con le squadre che si studiano a centrocampo alla ricerca dello spunto vincente che per circa 70 minuti non arriva da ambo le parti. Tutte le emozioni si concentrano negli ultimi 20 minuti, con le squadre ormai allungate, dove il portiere biancorosso Vitale (il “poeta dei pali” come è stato ribattezzato dai tifosi) compie due veri e propri miracoli sui tiri degli avanti giarresi, mantenendo il risultato sulla parità. Non meno, però, il collega gialloblù Plastini che prima blocca un bel tiro del funambolico Paolino Reale e negli ultimi minuti, con l’aiuto del difensore Curcuruto, sventa un tiro a botta sicura di Fornaio che sarebbe finito nel sette regalandoci 3 punti veramente pesanti. Peccato davvero ma, per quello che si è visto in campo nell’arco dei novanta minuti, lo 0-0 è il risultato più giusto.

Da Aci Catena, arriviamo in circa 70 unità con un pò di ultras a seguito (fa piacere rivedere alcune facce assenti per vari motivi negli ultimi tempi). Ci mettiamo da parte nel settore ospiti, rispetto al resto degli spettatori, ed assistiamo alla partita senza incitare e senza forma di tifo come avviene ormai dalla scorsa stagione. I giarresi sono in circa 30 unità dietro gli striscioni “Cateno e Filippo sempre con noi” e “NO ALLA TESSERA”. Accendono qualche fumogeno ad inizio gara e tifano un pò discontinuamente per tutti i 90 minuti. Nonostante la nostra presenza in biglietteria (praticamente accanto la loro curva) ad inizio partita nessuno si fa vivo e tutto fila tranquillamente senza nessun “tipo di problema”…

Locandina gara

IMG_0086

Durante la gara

IMG_0083

11 Feb

Giarre – Acicatena: un solo imperativo… VINCERE!

Pubblicato da -Zeo-

ACICATENA

SOLO L’AVVERSARIO DA LE GIUSTE MOTIVAZIONI…

NON C’è NULLA D’AGGIUNGERE…

FORZA CATENA VINCI PER NOI!

5 Feb

Acicatena – Taormina 1-0: tre punti fondamentali

Pubblicato da -Zeo-

Tabellino1

ACICATENA: Vitale; Sanfilippo, Platanìa, Femiano, Reitano; Novello (51° Zappalà), Napoli, Tringali; Brancato 5.5 (90° Barbagallo), Randis (68° st Costanzo), Reale. Allenatore: Lucio Tosto

TAORMINA: Sanfilippo (51° Andolina); Sturiale, Trovato, Dardanelli, Stracuzzi; Filistad, Cricchio (67° Laquidara), Emanuele (45° Mannino); Russo, Caruso, Borbone. Allenatore: Santo Giuffrida

RETI: 35° rig. Femiano (A)

ARBITRO: Ignazio Pennino di Palermo (Giuseppe Fazio di Barcellona pozzo di Gotto e Michele Brancato di Messina).

NOTE: partita giocata a campo neutro e a porte chiuse

BELPASSO (CT) - Due squadre ancora rammaricate per i deludenti pareggi casalinghi conseguiti domenica scorsa – l’Acicatena per non essere riuscito ad andare oltre lo 0-0 contro il Belpasso, e il Taormina, per non essere riuscito a condurre in porto la vittoria nonostante un eurogol di Cirino Russo – si sono affrontate sotto la luce dei riflettori, nell’anticipo di sabato, al San Gaetano di Belpasso, ben consapevoli dell’importanza della posta inpalio e assai determinate prima di tutto ad evitare pericolosi passi falsi in ottica salvezza. Per questo motivo, sin dal fischio d’inizio dell’ottimo Pennino, entrambe hanno assunto un atteggiamento prudente, preferendo studiarsi a vicenda ed evitare di scoprirsi.

A tentare la conclusione in porta è stato per primo il Taormina, dopo 20’, ma la punizione di Filistad è finita a lato. Da quel momento la squadra ionica ha preso in mano il comando delle operazioni e si è resa protagonista di una bella conclusione dal limite di Caruso al 21’ con palla alta, un bel destro al volo alla Mascara da parte di Cirino Russo al 22’ parato, un bel diagonale al volo di Borbone anch’esso parato. La reazione dell’Acicatena, sceso oggi in campo privo di molti titolari ed imbottito di Juniores, è arrivata al 29’ con un bel sinistro a girare di Reale dal limite uscito fuori di poco alla destra del palo di Sanfilippo. Il Taormina, per nulla intimorito, ha insistito e per poco al 33’ non è passato in vantaggio con Cirino Russo, anticipato di un soffio dal portiere Vitale poco fuori della propria area di rigore. Sul prosieguo dell’azione, nel momento migliore del Taormina, l’Acicatena è passato in vantaggio. La palla, infatti, giunge sulla destra a Reale che, sebbene stretto fra due difensori, è riuscito a crossare in area taorminese la palla, toccata con un braccio da Filistad. Inevitabile il calcio di rigore, trasformato con un violento tiro alla destra del portiere dall’esperto Femiano. Nella ripresa il Taormina ha compresso i catenoti nella propria metà campo, ma le conclusioni di Russo (10’), di Dardanelli (15’) e di Sturiale non hanno sortito alcun effetto, grazie anche alla buona guardia di Vitale, concentrato e sicuro.

Un tiro, tre punti, si è fatto notare alla fine al presidente dell’Acicatena. «Debbo riconoscere – ha risposto Strano – che il Taormina ha fatto registrare una indiscussa superiorità territoriale, ma noi non abbiamo rubato nulla. Siamo stati bravi a sfruttare il calcio di rigore e altrettanto bravi a difendere il risultato. Siamo scesi in campo con una squadra imbottita di Juniores».
FONTE: Vito Sapienza

4 Feb

Acicatena – Taormina: altra sfida importante per la salvezza

Pubblicato da -Zeo-

ACICATENA

E COME SEMPRE PORTE CHIUSE…

STAGIONE DISGRAZIATA!!!