Archivio per Marzo, 2008

31 Mar

COMUNICATO BOYS PARMA 1977….. CIAO BAGNA!!!

Pubblicato da -Zeo-

30 – 03 – 2008

Leggi tutto..

31 Mar

Cronaca alternativa di Adrano – Acicatena by -Zeo-

Pubblicato da -Zeo-

Dopo un risveglio incredibile a causa della chiamata insistita di Caval Donato, devo riprendermi in fretta per affrontare la trasferta. Dopo una veloce mangiata di cioccolato, rimanenza delle uova pasquali, mi dirigo verso la piazza dove ci dobbiamo ritrovare alle 13. Dal volto di tutti traspare molta tranquillità, ma da qualcuno, tipo la mia, traspare solo sonnolenza. Durante l’attesa dei ritardatari, pranziamo con una cipollina, anche se per me, visto il risveglio di mezz’ora prima, si tratta di una colazione: non è il massimo dei risvegli diciamo. Una volta raggruppati entriamo a flotta di 5-6 persone per macchina e partiamo come se nulla fosse alla volta di Adrano. Dopo la prima classica fermata all’SP per caffè, sigaretta e benzina partiamo "a tutta birra" senza fermarci più e in circa mezz’oretta arriviamo al Comunale Difesa Luna" di Adrano e, dopo le solite discussioni con i blues e gli stuart causa biglietto troppo caro (come si fa a domandare 10 € per donne, uomini e bambini ad Adrano???), finalmente riusciamo ad entrare ed appendiamo le pezze e gli striscioni.

Leggi tutto..

29 Mar

Tutti insieme ad Adrano!!!

Pubblicato da -Zeo-

Ed eccoci di nuovo qui. Dopo tre giorni d’astinenza da calcio giocato domani assisteremo alla partita tra AdranoAcicatena.

Partita insidiosa domani quella che aspetta l’undici biancorosso perché gli adraniti arrivano a quest’incontro con l’intenzione di fare bottino pieno per agganciare l’ultimo treno che porta ai play-off. In più, domani ci sarà l’esordio casalingo per il nuovo tecnico Rocco Ferrara che da una domenica a questa parte è in sella alla panchina biancoazzurra e domani per l’esordio casalingo proverà a fare bella figura con i nuovi tifosi. Non sarà facile domani contrastare la formazione adranita che, affidandosi a giocatori come Iervasi, Zumbo e Oliva, compone una formazione veramente arcigna e rognosa. Dall’altra parte l’undici catenoto arriva ben carico all’incontro visto che mercoledì ha offerto una prova maiuscola contro il Rosarno in un ambiente certamente non facile. Le note stonate arrivano dagli squalificati visto che dovranno star fuori in una sola volta Costa, Leotta ed Infantino, che è un ex tra l’altro: in sostanza in attacco restano solo Amico e il giovane Roccazzella, catenoto doc. Queste squalifiche però non ci devono abbattere perché se si conduce una gara con intelligenza tattica, un po’ di coraggio e tanta testa sulle spalle domani si può strappare qualsiasi tipo di risultato.

Leggi tutto..

28 Mar

Cronaca alternativa di Rosarno – Acicatena by -Zeo-

Pubblicato da -Zeo-

Scusate se vi ho fatto attendere parecchio tempo, ma dato i gravi fatti successi dopo il termine della partita diputata in quel di Rosarno, ho preferito far passare un pò di tempo per far calmare l’eventuali acque agitate.

Leggi tutto..

25 Mar

Tutti insieme a Rosarno!!!

Pubblicato da -Zeo-

Ed eccoci di nuovo qui, anche se non volevamo esserlo a dir la verità, e preferivamo aspettare fino a domenica come tutte le squadre normali di serie D. Ed invece domani assisteremo alla partita tra RosarnoAcicatena.

Purtroppo non c’è nulla da scrivere per questa partita, visto che è solamente una ripetizione di una partita NORMALE E SENZA ERRORI, ma che qualcuno ha voluto rigiocare. Per carità nessun’accusa a nessuno, anche perché si afferma che chi pensa male fa peccato, ma è anche vero che pensando male si va sempre molto vicini alla verità. Io non voglio commentare, sarei di parte assoluta, però secondo voi è normale che si giochi una partita in un campo senza telecamere, la partita finisce su un contestato 2-2, vengono consegnati alle due squadre un referto scritto, firmato e controfirmato dall’arbitro (foto sotto) dove si legge chiaramente di due espulsi nel Rosarno e nessuno nell’Acicatena, e magicamente il martedì seguente l’arbitro si "ricorda" che un giocatore biancorosso (Savonarola Giuseppe) è stato ammonito per ben due volte e non è stato espulso. Secondo me il "ricordo" dell’arbitro non è stato proprio spontaneo e nemmeno giusto visto che io c’ero e non ricordo la doppia ammonizione: a voi i commenti! Come se non bastasse la "cara" lega di serie D fa giocare la partita da recuperare il mercoledì seguente Pasqua e non aspetta il ricorso della società catenota: forse si vuole evitare la trasferta dei tifosi ospiti e condurre una partita come vogliono loro??? Se pensano questo, beh non hanno capito molto.

Leggi tutto..

22 Mar

TANTI AUGURI DI BUONA PASQUA DAI BOYS 02 ACICATENA!!!

Pubblicato da -Zeo-

Anche se non tutti festeggiano le "feste comandate" che la Chiesa ha posto nei nostri calendari, noi dei Boys 02 Acicatena volevamo fare a tutti gli auguri di una BUONA PASQUA 2008!!!

Leggi tutto..

20 Mar

Un derby speciale… CIAO GABBO!!!

Pubblicato da -Zeo-

Ieri, giorno 19 marzo 2008, si è giocato il derby Lazio-Roma. A nessuno di noi interessa il risultato, perchè la nostra realtà è ben diversa da quella magica serie A, piena di fascino ma anche piena di contraddizioni ed interessi vari. La cosa che veramente interessava a tutti gli ultras dalla serie A alla terza categoria era il ricordo per Gabriele Sandri: eh già Gabbo!

Leggi tutto..

17 Mar

Cronaca alternativa di Acicatena – Castrovillari by -Zeo-

Pubblicato da -Zeo-

Con la bocca piena di tortellini e il desiderio d’involtini di carne, devo scendere da casa perché Eliu è già pronto con il suo bolide ad andare allo stadio. Si parte subito e dopo pochi minuti siamo già all’antistadio come da copione. Dopo i vari saluti di rito, la solita sigaretta e le quattro chiacchiere finalmente entriamo e, dopo il classico controllo "dei "nostri amici", finalmente riusciamo ad entrare nella gradinata e ci posizioniamo nella nostra tribuna-est. Consumiamo l’attesa tra le solite sigarette e le solite birre e, senza che ce ne rendiamo conto, siamo già pronti per iniziare: ci compattiamo dietro gli striscioni dei Boys, degli Skatenati, degli Sballati, del Gruppo Storico e delle Pantere Catenote e siamo pronti per iniziare. Oggi ci mettiamo d’accordo per una piccola coreografia, composta da sbandieramenti di tutte le bandiere e l’accensione di 4 torce che sono state entrate prima.

Leggi tutto..

14 Mar

Aspettando Acicatena – Castrovillari

Pubblicato da -Zeo-

Ed eccoci tornati. Dopo sei giorni dalla bella trasferta di Rosarno, domani assisteremo alla partita tra AcicatenaCastrovillari.

Partita ostica quella che dovrà affrontare domani la formazione catenota, visto che il Castrovillari arriva dalla vittoria nello scontro diretto con il Paternò, riducendo al lumicino le speranze di salvezza diretta di quest’ultima, anche se nel turno precedente era caduta sul terreno del fanalino Campobello. Questo non deve far abbassare la guardia perché la formazione calabrese, anche se in difficoltà e attardata in classifica, non vuole mollare la presa e da domani in poi inizierà quella serie di finali che la devono portare o alla salvezza diretta o per lo meno ad una miglior posizione in classifica. La formazione catenota, invece, arriva dal buonissimo pareggio esterno sull’ostico campo del Rosarno e dalla vittoria interna nello scontro diretto contro la Libertas Acate Modica. Da quello che si può dedurre il momento è molto positivo per la formazione biancorossa, anche se però sul fronte infermeria è davvero allarme rosso visto che per domani sono fuori Cutrufello, Amico e Infantino per infortuni e acciacchi vari. Quindi domani bisogna essere cauti nell’attaccare per segnare, perché bisogna convincersi che un’eventuale vittoria ci darebbe una bella spinta verso questa tanta sospirata salvezza.

Leggi tutto..

10 Mar

Cronaca alternativa di Rosarno – Acicatena by -Zeo-

Pubblicato da -Zeo-

Ci ritroviamo alle 9:30 in piazza come d’appuntamento. Appena arrivato cerco di capirci qualcosa, ma il sonno è ancora padrone del mio corpo e riesco solamente a distinguere a zzà Maria che mi chiede i soldi per poter partire. Una volta posato il malloppo, mi dirigo di corsa verso il bar a far colazione e dopo un cornetto e un caffè inizio a capirci qualcosa, ma nello stesso tempo mi accorgo che siamo già in 40 a dover partire, ma ci sono solo 3 pullman da 9 posti: i conti, nonostante vari sondaggi e i calcoli, non tornano mai! Nonostante siamo troppi per i posti disponibili dobbiamo partire subito, quindi entriamo in 12-13 persone di media su ogni pulmino e, nonostante siamo stretti come sardine, siamo felici che si parte.

Il viaggio parte bene e la felicità alle stelle tra cori e risate. Ma la bell’atmosfera viene meno, quando a metà strada u Tostu inizia a sganciare bombe poderose, potenti e soprattutto puzzolenti: inizia il delirio dentro il pulmino tra gente che cerca di scappare e di coprirsi il naso. Finalmente arrivando ai traghetti, partiamo subito e così saliamo di corsa sul ponte perché come sempre, noi ragazzacci, dobbiamo andare in giro per tutto il traghetto alla ricerca di belle ragazze; la più giovane che troviamo, però, avrà circa 70 anni e 5 figli a carico: non è roba che c’interessa! Capita la situazione tragica di giornata, ci raduniamo tutti fuori e iniziamo un piccolo show di cori ultras e canzoni del nostro amato Rampinelli che intrattiene troppe persone scioccate dal nostro comportamento, non capendo se siamo ubriachi o siamo usciti dalla comunità di San Patrignano… Dopo questo mini show siamo arrivati in Calabria e tutti di corsa scendiamo le scale ed entriamo a pressione dentro i pullman con la destinazione primo autogrill disponibile per il pranzo; dopo 5 minuti arriviamo all’autogrill e iniziano le nostre avventure giornaliere! Una volta scesi ci buttiamo subito sui panini radioattivi, o meglio conosciuti come panini con i prodotti tipici calabresi. Oggi non ci facciamo mancare niente e dentro facciamo mettere il meglio che possiamo avere: salame piccante, funghi e melanzane sott’olio, mozzarella, pomodoro e chi più ne ha più ne metta. Ma nello stesso tempo dietro le nostre spalle si consuma il dramma: alcuni di noi, iniziano a fare i soli acquisti ad ottimi prezzi, ma questa volta qualcosa va storto e dopo 5 minuti escono il direttore dell’autogrill con alcuni banconisti. Dopo un po’ di casino riescono a recuperare la roba: un uovo di pasqua da 2 kg della Kinder, una scatola da 7 confezioni di baci perugina e una scatola con 9 bottiglie di red bull. Purtroppo dobbiamo consegnare tutto e dopo aver mangiato i paninazzi radioattivi andiamo via per evitare incontri con i nostri cari amici. Una volta partiti però magicamente spuntano fuori delle bottiglie di coca cola, delle barrette di cioccolato e una bottiglia di limoncello: alla fine li abbiamo fregati lo stesso. Bevendo tutto arriviamo finalmente all’uscita di Rosarno, dove c’incontriamo con la lupacchiotta rossoblu che da Cosenza è scesa per farci compagnia e guardarsi la partita. Dopo i saluti di rito c’incamminano verso lo stadio e con varie informazioni ci arriviamo abbastanza tranquillamente e dopo il classico controllo dei nostri "cari amici" entriamo finalmente nel settore ospiti. Tra varie sigarette consumiamo l’attesa e nel frattempo lanciamo un po’ di cori per sostenere la squadra che si riscalda proprio sotto il nostro settore. Finalmente, dopo che i giocatori si mettono al centrocampo, ci compattiamo dietro le pezze dei Boys e degli Skatenati, gli striscioni del Gruppo Storico e degli Sballati e la pezza unica "Catenoti al Seguito" e siamo pronti a cantare: andiamo avanti per tutti i primi 45 minuti con cori di sostegno alla squadra, a noi ultras, ai diffidati, dei bei battimani, delle sbandierate e una bella sciarpata che colora tutto il nostro settore. Oltre a questi rivolgiamo anche alcuni cori offensivi contro i tifosi di casa che in precedenza, solo perchè abbiamo protestato contro la decisione dell’arbitro che ha assegnato un rigore al Rosarno, ci avevano cantato "biancorosso pezzo di m…". Nell’intervallo ci riposiamo un po’ e prendiamo fiato per la ripresa che sarà ricca d’emozioni. Si ricomincia e subito partiamo con i cori di stessa intensità, ma siamo un po’ più alternati rispetto al primo tempo. Però pian piano abbandoniamo i cori per la squadra perché dall’altra parte gli "ultras" di casa ci offendono in qualsiasi maniera. A quel punto gli rivolgiamo il coro "con le mani, quando volete" e facciamo segni di scontrarci dopo la partita e sembra che loro accettino. Dopo un po’, Infantino pareggia su rigore ed è l’apoteosi da parte nostra: si ricomincia a cantare belli convinti e con gran voglia ma dopo pochi minuti, nonostante siamo in superiorità numerica, subiamo il secondo goal in contropiede. Questo ci taglia le gambe, tra noi serpeggia un po’ di malumore e dobbiamo pure subirci gli sfottò dei tifosi di casa che cerchiamo di ignorare; ma fortunatamente dopo 10 minuti di scoramento totale l’Acicatena pareggia di nuovo con un pallonetto di Savonarola e riesplodiamo di nuovo. Durante i festeggiamenti però, sentiamo l’allenatore della Rosarnese che ci offende pesantemente. Qui scatta la vendetta e un po’ di noi si dirige verso la panchina avversaria cercando di entrare in contatto con lui, ma di mezzo ci sono i nostri "cari amici" e dopo un altro po’ di confusione tra noi e loro le acque si calmano sul momento, ma già siamo proiettati al dopo partita. Prima, però, dobbiamo continuare a sostenere la squadra e lo facciamo egregiamente accompagnandola alla conquista di un punto meritato su un campo veramente difficile. Una volta finita la partita riprendiamo striscioni e pezze e vogliamo uscire fuori, ma i nostri "cari amici" cercano di bloccarci e facendoci calmare. Si perde tanto tempo e dopo 10 minuti finalmente ci fanno uscire, ma fuori non troviamo nessuno. Si saluta la lupacchiotta rossoblu che, finito tutto, torna finalmente nella sua Cosenza (ehi, se stai leggendo sto pezzo ti ringraziamo per la tua presenza e per tutto). Una volta saliti sui pullman restiamo sempre attenti a quello che succede fuori e, nel caso siamo pronti ad intervenire, ma nessuno si fa avanti e, anzi, quando passiamo davanti ad un folto gruppo di persone che sembra ci stia aspettando apriamo gli sportelli per vedere che fanno, ma non avviene assolutamente niente così si esce senza problemi dal centro di Rosarno.

Leggi tutto..

8 Mar

Tutti insieme a Rosarno!!!

Pubblicato da -Zeo-

Ed eccoci ancora qui. Dopo una settimana tranquilla, ma certamente non completamente spenta, domani assisteremo alla partita tra RosarnoAcicatena.

Partita delicata quella che si giocherà domani sul "Giovanni Paolo II" di Rosarno, visto che le due formazioni si trovano appena fuori la zona rossa dei play-out e si distanziano di appena un punto. La formazione calabrese arriva dal misero pareggio interno contro il Campobello, che ne ha rallentato un po’ la marcia spedita verso la salvezza senza play-out, ma soprattutto dalla pesantissima vittoria esterna sul campo del Paternò. Proprio per questo l’ambiente è carico ed è deciso a dare gli ultimi colpi per conquistare questa salvezza tanto inseguita. Per farlo la formazione rosarnese si affiderà a giocatori del calibro di Vanzetto, Saffioti e Scorrano che in queste sfide delicate si esaltano tantissimo, mettendo in campo la loro provata esperienza. L’Acicatena, invece, arriva dal pareggio interno nel recupero di mercoledì contro il Bacoli Sibilla Flegrea, ma, soprattutto, dall’importantissima vittoria sempre interna contro la Libertas Acate Modica che ha fatto rifiatare tutto l’ambiente biancorosso. Domani, perciò, la partita non è facile ma facendo molta attenzione e controllando bene la partita su ogni spazio, si può uscire con punti pesanti dal difficile campo rosarnese.

Leggi tutto..

4 Mar

Cronaca alternativa di Acicatena – Libertas Acate Modica by -Zeo-

Pubblicato da -Zeo-

Per via di sms non mandati in tempo, di cellulari senza soldi e di sonnolenza senza fine mi ritrovo con gli altri solo prima della partita per organizzarci sulla coreografia odierna. Anche se noi non dobbiamo fare niente in pratica, però vogliamo che tutto riesca per il meglio e per farlo dobbiamo coinvolgere più persone possibili alla buon riuscita. Lo spettacolo doveva essere così: 15 mortari di carta biancorossa, sparati uno per volta in rapida sequenza, e sventolio di bandiere e bandieroni per colorare a più non posso le grigie gradinate del "Polivalente". Dopo questa piccola riunione entriamo in tribuna e, dopo il controllo dei nostri "cari amici", cerchiamo di radunare tutti in tribuna-est e consegniamo tutto quello che abbiamo per sventolare, niente escluso.

Leggi tutto..

1 Mar

Aspettando Acicatena – Libertas Acate Modica

Pubblicato da -Zeo-

Ed eccoci di nuovo qui. Dopo appena tre giorni dal recupero infrasettimanale contro il Bacoli Sibilla Flegrea, domani assisteremo all’incontro tra AcicatenaLibertas Acate Modica.

Partita non semplice domani quella che aspetta i biancorossi, visto che la formazione modicana è tra le più in forma del momento. Dopo essersi rialzata in classifica, vista una leggera flessione nella parte centrale della stagione, la formazione della contea viene dal pareggio interno nel difficile derby contro i loro cugini, e nostri fratelli, vittoriesi e dalla vittoria esterna sul difficile campo del Paternò. Oltre a questo la formazione rossoblu, dopo il mercato invernale, ne è uscita ulteriormente rafforzata visti gli acquisti degli esperti attaccanti Gulino e Pierotti. Però domani, la formazione modicana dovrà fare a meno di Filicetti che è in pratica il faro di tutte le azioni in attacco. Un’assenza pesante quindi per la formazione della contea, che però vorrà fare del proprio meglio per dimostrare la non Filicetti-dipendenza. La formazione catenota, invece, arriva dal pareggio interno contro la vice-capolista Bacoli, nel recupero di mercoledì, e non ha alcuna defezione nel proprio organico quindi si può dichiarare abbastanza tranquilla. L’unico neo è che nel giro di 6 giorni, la formazione biancorossa ha già giocato due volte (Paternò e Bacoli Sibilla Flegrea), quindi non potrà essere riposata come gli avversari. Ma questo, in ogni modo, non è un grosso problema visto che i catenoti, nel recupero di mercoledì, hanno dimostrato una brillantezza e una tenuta fisica davvero buona. Proprio per questo, domani bisogna spendere tutto perché una vittoria potrebbe dare una bella scossa al campionato e indirizzare la squadra verso una meritata salvezza; se sarà il contrario dovremmo iniziare a preoccuparci, pensando ad un’ultima parte di stagione come quella dello scorso anno.

Leggi tutto..